21. Maggio 2022 Blog

Che cos’è la linea POTS e Perché Bisogna Eliminarla?

illustrazione POTS PRINCIPALE

Tutto sta diventando digitale – anche il modo in cui facciamo le telefonate.

Le vecchie linee telefoniche in rame non sono ancora scomparse del tutto, ma è solo questione di tempo. Negli Stati Uniti, 20 stati hanno già approvato una legge che consente ai gestori di telefonia A&T di terminare definitivamente il supporto per le linee fisse.

Il mondo sta sicuramente diventando mobile. Tuttavia, anche le aziende hanno individuato la necessità di progredire con la tecnologia. Poiché i vecchi sistemi sono costosi da gestire e non offrono un grande ROI, è arrivato il momento di cambiare.

Tuttavia, non tutte le aziende hanno ancora deciso di sbarazzarsi del loro POTS (Plain Old Telephone Service – la linea analogica che utilizzano da molto tempo).

Sei uno di loro?

Scopriamo insieme cos’è il POTS e perché eliminarlo può permetterti di fare centro.

Cos’è POTS?

POTS, acronimo di Plain Old Telephone Service (a volte chiamato anche rete telefonica pubblica commutata o PSTN) è un sistema di trasmissione vocale analogico tradizionale.

Ogni volta che componi un numero di telefono e parli con una cornetta tradizionale, la tua voce viene trasformata in un segnale elettrico e trasmessa al destinatario della chiamata lungo dei fili di rame. I toni che si sentono durante la chiamata sono segnali inviati attraverso i fili di rame che collegano il telefono a una centrale locale.

All’inizio il sistema era noto come Post Office Telephone Service, perché i clienti dovevano affidarsi agli operatori degli uffici postali per gestire le loro chiamate. Quando l’intero processo venne automatizzato e si allontanò dagli uffici postali, il termine fu cambiato in Plain Old Telephone Service, ma l’acronimo rimase lo stesso.

Come funziona una linea POTS?

Telefonare in passato non era così facile come lo è oggi.

Per raggiungere l’interlocutore era necessario l’aiuto di un operatore che riceveva e poi smistava manualmente la chiamata alla destinazione finale. Per farlo, si collegavano i fili di rame a un pannello comune.

Maggiore è la distanza tra le parti, maggiore è il lavoro che gli operatori devono svolgere. Di conseguenza, il prezzo della chiamata è aumentato.

Il POTS ha contribuito a ridurre i costi delle chiamate collocando gli “switch” in punti specifici della rete. Attraverso di essi, la chiamata può essere instradata automaticamente verso le sedi locali, nazionali o internazionali. Di conseguenza, non c’era più bisogno di un operatore umano.

Come funziona il POTS nell’era moderna

Lo switch di rete “ascolta” i toni che sono stati composti e interpreta il numero di telefono come la posizione che vuoi raggiungere. Quindi instrada la chiamata attraverso uno o più interruttori fino a raggiungere la persona o l’azienda che vuoi chiamare.

L’aspetto più importante è che il POTS deve tenere aperti gli interruttori di chiamata per l’intera conversazione, in modo che gli impulsi elettrici possano viaggiare da un dispositivo all’altro. Maggiore è la distanza tra i chiamanti, più gli interruttori devono rimanere aperti. Questo tende a far aumentare i costi delle chiamate.

Questo è il modo in cui funzionano ancora oggi le chiamate tradizionali, ma che dire di quelle provenienti o dirette a un’azienda? In questo caso, la chiamata viene indirizzata a un Centralino Privato (PBX) che funge da commutatore all’interno dell’ufficio dell’azienda e collega più telefoni che lavorano in loco.

POTS per le aziende – cosa c’è da sapere?

Le linee telefoniche analogiche sono considerate affidabili e sicure.

Tuttavia, molte aziende stanno già migrando verso il VoIP semplicemente per la mancanza di funzionalità rispetto a una linea telefonica tradizionale.

A parte alcuni settori come le linee di emergenza per ascensori, le linee fax o i servizi di linea telefonica di emergenza, in cui le linee POTS sono ancora utili, le linee telefoniche analogiche sono semplicemente inferiori alle aspettative e alle esigenze delle aziende moderne.

Prendiamo ad esempio la mobilità.

Il lavoro a distanza è un fenomeno molto diffuso, con un numero sempre maggiore di dipendenti che desiderano lavorare da casa. Entro il 2028, si prevede che il 73% di tutte le aziende avrà dei lavoratori a distanza.

La condizione di POTS non facilita assolutamente questo tipo di passaggio.

Le linee telefoniche fisse sono legate all’edificio in cui sono installate, il che significa che è impossibile rispondere alle chiamate quando non si è in sede.

Inutile dire che qualsiasi forma di lavoro a distanza è fuori discussione.

Quanto Costa un Sistema Telefonico POTS?

Uno dei maggiori problemi associati alle linee POTS è il costo.

Se vuoi installare una linea telefonica nel tuo nuovo ufficio, devi pagare il numero di metri di cavi di rame necessari, l’hardware necessario e devi anche assumere un tecnico per installare il tutto.

Devi anche acquistare dei dispositivi PBX compatibili, insieme ad alcune funzionslità PBX aggiuntive, ma necessarie, come il trasferimento di chiamata, l’interfono o l’inoltro di chiamata. Se a questo si aggiungono i costi delle chiamate internazionali e le spese per i tecnici informatici, i costi si accumulano rapidamente.

Ma il vero problema è rappresentato dai crescenti costi di manutenzione delle linee in rame. Dopo anni di servizio, i pali e i cavi telefonici richiedono una manutenzione sempre più frequente per evitare che si rompano.

A rendere il tutto ancora più difficile è la scarsa disponibilità di pezzi di ricambio, che spesso non vengono più prodotti. Anche i tecnici in grado di mantenere le linee scarseggiano, poiché molti di loro sono già andati in pensione.

Tutto ciò significa che è sempre più difficile mantenere in funzione queste linee, e quindi anche i costi delle telefonate analogiche in molte località stanno aumentando.

POTS e funzionalità di chiamata per le aziende

Il numero di funzionalità che POTS può offrire non è neanche lontanamente paragonabile a quello di cui hanno bisogno le aziende di oggi. Le linee telefoniche fisse offrono in genere delle funzionalità di chiamata aziendale molto limitate. Se vuoi disporre di funzionalità aggiuntive per le chiamate aziendali all’interno del POTS, devi acquistarlo come componente aggiuntivo del sistema PBX.

Se hai dovuto acquistare o anche solo prendere in considerazione l’idea di acquistare dei componenti aggiuntivi, sappi che le funzionalità aggiuntive del PBX hanno un prezzo particolarmente elevato. Più funzionalità sono necessarie, più la bolletta mensile aumenta. Per questo motivo molte aziende con budget ridotti al minimo cercano di operare con POTS, ma senza opzioni aggiuntive.

Anche se hai pagato per un piano PBX premium, probabilmente hai notato che il sistema è piuttosto limitato per le aspettative dei giorni nostri.

Puoi effettuare una videochiamata attraverso il PBX analogico? Non puoi. Controllare l’ID del chiamante e la cronologia del’ account prima di rispondere alla chiamata? Assolutamente no. Condividere dei file attraverso il telefono? Non è un’opzione.

Che dire degli strumenti aziendali sempre più diffusi, come i risponditori automatici, i saluti personalizzati, le chiamate automatiche o la richiamata? Per quanto tu possa provare, non troverai mai un sistema PBX analogico in grado di gestire queste funzionalità. Ma è qui che il VoIP ti viene in soccorso.

POTS vs VoIP: quale scegliere?

Mentre il POTS è il modo analogico di effettuare chiamate, il VoIP è l’equivalente digitale. Invece di affidarsi a una serie di cavi e a diversi componenti hardware, la tecnologia VoIP utilizza Internet e un router per funzionare. Molte aziende hanno già scelto di passare da POTS a VoIP non solo perché è più semplice da usare e più economico, ma anche perché vanta più funzionalità.

Esiste la telefonia mobile come via di mezzo, ma le chiamate via cellulare non hanno le funzionalità e la robustezza di un call center VoIP. Le chiamate mobili sono molto più flessibili e moderne, ma non dispongono di funzionalità come l’assistente automatico, l’IVR, la richiamata, l’instradamento basato sulle competenze o altre funzionalità.

A questo proposito, vediamo come la tecnologia VoIP si confronta con quella POTS in termini di mobilità, costi e funzionalità.

Mobilità

Questo è uno dei punti di forza del VoIP. Finché dispongono di una connessione Internet stabile e possono accedere al servizio VoIP, i tuoi dipendenti non devono essere fisicamente presenti in ufficio per rispondere alle chiamate Internet. Possono essere a casa, in un caffè o anche nel parco locale. Possono anche scegliere i dispositivi su cui lavorare. Se necessario, possono anche cambiare dispositivo, ad esempio il telefono fisso con il cellulare, e continuare a utilizzare una soluzione VoIP, purché il software sia installato.

Costi

Hai un accesso affidabile a Internet e un dispositivo in grado di connettersi? Ti basterà un piano di abbonamento a una piattaforma VoIP e sarai pronto a iniziare a fare e ricevere delle chiamate attraverso Internet. Questo rende le piattaforme VoIP molto più economiche da utilizzare, anche per le aziende con budget limitati.

Anche i costi di chiamata sono molto più bassi: secondo Harbor Networks, in media le aziende possono risparmiare €1.727 al mese sulle chiamate mobili e interurbane quando utilizzano il VoIP. Per le startup, i risparmi sui costi sono ancora più impressionanti e raggiungono il 90%.

Competenze

Basta confrontare le funzionalità offerte dalle piattaforme VoIP con quelle dei PBX. I sistemi VoIP sono ricchi di strumenti utili, molti dei quali non sono disponibili nemmeno nei piani PBX più costosi.

Diamo un’occhiata ad alcune funzionalità disponibili nell’ambito del VoIP, in particolare di CloudTalk:

  • menu IVR,
  • Videoconferenze
  • Trasferimento di chiamata,
  • Registrazione della chiamata
  • Strumenti di analytics e di reporting
  • Numeri verdi o brevi
  • Coda di chiamata
  • Messaggi di testo

Tutte queste funzionalità e molte altre ancora sono disponibili fin dall’inizio e senza alcun costo aggiuntivo per l’utente. Inoltre, puoi integrare la piattaforma VoIP con decine di strumenti aziendali utilizzati dal team, dalla piattaforma di posta elettronica al CRM o all’help desk. La collaborazione e il lavoro di squadra non sarebbero molto più agevoli se tutti avessero a disposizione tutti i dati di cui hanno bisogno in un unico posto?

Scopri come scegliere il pacchetto VoIP giusto.

Ricapitoliamo

Per farti capire meglio quanto il VoIP sia migliore delle linee tradizionali POTS, facciamo un rapido riepilogo dei pro e dei contro di ciascuno:

POTSVoIP

Facilità d’uso

Facile da usare per chiunque. Imparare a usare un sistema VoIP potrebbe richiedere un po’ di tempo.
Resilienza
Funziona in situazioni di emergenza – dovresti tenerlo per la linea di emergenza.
Dipende dall’elettricità e dalla connessione a Internet – potrebbe essere necessaria una fonte di alimentazione di emergenza.


Costi d’installazione

Devi aggiungere una linea telefonica e un hardware dedicati – può essere costoso.Non è necessario alcun hardware (a parte un router).

Flessibilità

Flessibilità e scalabilità molto limitate.Incredibilmente flessibile e scalabile.

Costi di chiamata

Le tariffe delle chiamate (soprattutto internazionali) sono elevate. Riduzione delle spese per le chiamate: l’unico costo mensile è l’abbonamento VoIP.

Numero di funzionalità

L’aggiunta di ulteriori funzionalità al PBX è di solito molto costosa. Sono incluse gratuitamente diverse ottime funzionalità.

Il nostro verdetto? L’utilizzo del VoIP rispetto al POTS ha un impatto molto più leggero sui bilanci delle aziende, pur offrendo un’incredibile flessibilità. Ma ci sono alcuni luoghi in cui il telefono fisso può ancora essere utile. Ad esempio, se vivi in zone in cui la connessione a Internet è lenta, potrebbe essere una buona idea continuare a mantenere le linee in rame come sistema di emergenza. In breve, il VoIP è la strada del futuro, ma è bene poter contare su POTS in caso di interruzione della connessione Internet. Basta inoltrare le chiamate VoIP a una linea POTS in caso di emergenza e il gioco è fatto.

Conclusioni

Dato che il sistema POTS esiste da molto tempo, è comprensibile che alcune aziende esitino ad adottare il VoIP. Tuttavia, i vantaggi che il VoIP può offrire alle aziende sono di gran lunga superiori a quelli dell’utilizzo dei tradizionali sistemi telefonici analogici.

Flessibilità, mobilità, ampia gamma di funzionalità e costi: il VoIP vince in tutte queste categorie.
Come ultima considerazione, è necessario tenere presente che, con la lenta chiusura delle linee POTS, diventerà più difficile e più costoso continuare a utilizzare la linea telefonica fissa dell’ufficio. Quindi forse questo è il momento giusto per scoprire cosa offre la soluzione VoIP di Cloudtalk e vederne i diversi vantaggi?


Prova subito CloudTalk senza rischi per 14 giorni e scoprilo tu stesso!

CloudTalk